800898111

Numero verde gratuito

Covid-19 | in questo periodo tuteliamo la salute di tutti. Scopri quali misure adottiamo durante i nostri sopralluoghi

Covid-19
In questo periodo tuteliamo la salute di tutti. Scopri quali misure adottiamo durante i nostri sopralluoghi

Contatta un esperto

Dimensioni ascensore per disabili

La guida aggiornata alla normativa vigente.

Scritto da Stannah il 27-04-2020

Dimensioni dell’ascensore per disabili

Quando si rende necessaria la realizzazione di un ascensore bisogna verificare se è possibile installarlo e quanto spazio occupa. Vediamo insieme quali sono le normative vigenti in materia di dimensioni minime dell’ascensore e di installazione sia negli spazi privati che pubblici.

Cosa dice la normativa sulle dimensioni minime necessarie all’installazione di un ascensore?

Il DM 236/89 – Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la vistabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica, ai fini del superamento e dell’eliminazione delle barriere architettoniche – è la legge di riferimento quando dobbiamo installare un ascensore. Secondo la normativa possiamo installare e realizzare un ascensore solo quando esistono dei requisiti ben specifici riguardo lo spazio necessario. Il decreto ci indica le regole da rispettare in termini di dimensioni minime. Queste variano a seconda del luogo dove si realizzeranno i lavori e distingue uno spazio pubblico, come un ospedale o un ufficio, uno spazio privato, come un condominio. La legge obbliga al rispetto delle misure minime dell’apertura della porta, che deve essere sufficientemente ampia da consentire il passaggio di una persona in sedia a rotelle.

Immaginiamo di trovarci in un centro storico, in un palazzo antico senza ascensore.

Se abbiamo la necessità di installarne uno presentiamo il progetto all’assemblea di condominio dobbiamo tenere conto la cabina deve avere 1,20 m di profondità e 0,80 cm del vano di apertura porta sul lato corto. La piattaforma di distribuzione nello spazio antistante la cabina deve essere di 1,40m x 1,40 m.

Se il vano scala è troppo stretto, dobbiamo prendere in considerazione la ridimensione delle scale stesse. E sì, un lavoro lungo e costoso, ma necessario per installare un ascensore a norma e utilizzabile da tutti.

La questione è diversa per un condominio o un palazzo in costruzione.

Per legge, ogni nuovo edificio con più di tre piani deve essere dotato di ascensore.

In questo caso le dimensioni minime da rispettare sono maggiori. La cabina deve avere 1,40m di profondità e 1,10 m di larghezza, più un’apertura della porta sul lato più corto di almeno 80 cm. La piattaforma di distribuzione che si trova di fronte alla cabina deve essere di almeno 1,50 m x 1,50 m.

Oltre alle misure bisogna tener conto di:

Nello specifico:

Adeguamento edifici esistenti

Le dimensioni minime, previste dalla normativa vigente per vano ascensore a norma disabili per adeguamento edifici esistenti con accessi sullo stesso lato, sono:

Dimensioni ingombro ascensore per nuove costruzioni edilizia pubblica

Le dimensioni minime per vano ascensore a norma disabili previste dalla normativa vigente per edifici pubblici nuove costruzioni (Scuole, Comuni, Ospedali, etc.) sono:

Dimensioni ascensore per edilizia residenziale

Le dimensioni minime per vano ascensore a norma disabili, previste dalla normativa vigente per l’edilizia residenziale e le nuove costruzioni (casa privata, condominio, etc.):

La normativa vigente prevede che tutte le apparecchiature dell’ascensore siano montate nel vano corsa o nei locali tecnici.

Per proteggere le pareti del vano ascensore e per garantire una corretta illuminazione, è buon consiglio provvedere alla tinteggiatura.

La fossa del vano ascensore deve essere impermeabile, durevole, non favorire la formazione di polvere e deve sopportare le sollecitazioni della macchina.

Dimensioni del mini-ascensore domestico Salise Stannah

 

Vano Ascensore. Le misure per i progetti pubblici e edilizia privata.

Il vano ascensore nel privato e nel pubblico deve essere progettato ad hoc e deve rispettare un corretto dimensionamento, che rispetti la normativa e le misure standard, a seconda della tipologia di edificio al quale il sistema elevatore è destinato.

Inoltre, le dimensioni del vano ascensore devono tenere debitamente conto del contesto:

Proprio partendo da questa differenza, è necessario analizzare le fonti normative che regolamentano le dimensioni degli ascensori e del vano ascensore.

 

Dimensioni dell’ascensore per disabili Stratum Stannah

Misure del vano ascensore per disabili. Quali sono le fonti della norma?

Due sono le fonti normative per comprendere la le dimensioni che occorre rispettare quando si progetta un vano ascensore sia nel contesto privato che in quello pubblico:

Essendo una delle parti di ascensori, elevatori e impianti di sollevamento verticale, il vano ascensore è soggetto a vincoli e disposizioni di legge precise. Infatti, la normativa in materia è stata definita soprattutto pensando alla sicurezza e all’accessibilità dell’impianto.

In particolare, le prescrizioni sono relative alle dimensioni minime del vano ascensore, con un’ampiezza minima fissata per la larghezza della porta e della cabina.

Dimensioni minime ascensore panoramico

Nel caso di ascensori panoramici con vani semiaperti, è fondamentale progettare pareti e fossa del vano ascensore affinché la sicurezza degli utenti sia sempre messa prima dell’estetica.

Occorre rispettare le seguenti misure indicazioni: l’altezza delle pareti non deve essere inferiore di tre metri e mezzo sul lato porte e 2,5 m sulle altre pareti con distanza minima dalle pareti mobili pari a 0,5 metri.

Dimensioni dell’ascensore per disabili Stratum FE Stannah

 

Abbattere le barriere architettoniche

I giudici della Corte di Cassazione hanno spiegato che, in tema di eliminazione delle barriere architettoniche, la Legge 13/1989 costituisce l’espressione di un principio di solidarietà sociale, ma persegue una finalità di carattere pubblico perché agevola l’accessibilità agli edifici, nell’interesse di tutti. Esiste un principio di solidarietà condominiale, che implica il contemperamento di vari interessi, tra i quali deve includersi quello delle persone disabili all’eliminazione delle barriere architettoniche.

Si tratta di “un diritto fondamentale che prescinde dall’effettiva utilizzazione, da parte di costoro, degli edifici interessati e che conferisce comunque legittimità all’intervento innovativo a condizione che sia idoneo, anche se non ad eliminare del tutto, quantomeno ad attenuare sensibilmente le condizioni di disagio nella fruizione del bene primario dell’abitazione”.

L’installazione di un ascensore, conclude la Cassazione, rientra nei poteri dei condòmini che devono rispettare comunque i limiti previsti dall’articolo 1102 del Codice Civile, ovvero “ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto. A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa”.

Quali sono le agevolazioni per abbattere le barriere architettoniche nel 2020?

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha confermato e ripartito tra le Regioni la tranche per il 2019 (40 milioni di euro) dei complessivi 180 milioni stanziati dal 2017 al 2021 dal DM 67 del 27 febbraio 2018 in:

Le Regioni ripartiranno i finanziamenti ai Comuni per contribuire alle spese effettuate dai cittadini per eliminare le barriere architettoniche in edifici ed abitazioni private. Le risorse arrivano dal Fondo Investimenti previsto dall’art. 1, comma 140 della Legge di Bilancio 2017, che rifinanzia la Legge 13/1989 ‘Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati’.

Per quanto riguarda invece l’abbattimento delle barriere architettoniche negli edifici pubblici, la direzione generale ha richiesto uno stanziamento di 7 milioni di euro per l’anno 2019.

Detto ciò, se state pensando di comprare e installare un ascensore che si adatti agli ambienti domestici chiamate il numero verde 800.740.474, saremo lieti di approfondire e rispondere a tutte le vostre domande legate alle dimensioni e allo spazio necessario per installare un ascensore Stannah.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *