Dimensioni ascensore per disabili | Stannah

800898111

Da Lunedì a Venerdì dalle 8:30 alle 19:00

Sconto Fiscale del 75% , scopri com'è facile averlo con Stannah Senza Pensieri

Sconto Fiscale del 75% , scopri com'è facile averlo con Stannah Senza Pensieri

Contatta un esperto

Dimensioni dell’ascensore per disabili

La guida aggiornata alla normativa vigente.

Scritto da Stannah il 12-04-2022

Dimensioni dell’ascensore per disabili

Quando si rende necessaria la realizzazione di un ascensore bisogna verificare se è possibile installarlo e quanto spazio occupa. Vediamo insieme quali sono le normative vigenti in materia di dimensioni minime dell’ascensore e d’installazione sia negli spazi privati che pubblici.

Cosa dice la normativa sulle dimensioni minime necessarie all’installazione di un ascensore?

Il DM 236/89 – Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la vistabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica, ai fini del superamento e dell’eliminazione delle barriere architettoniche – è la legge di riferimento quando dobbiamo installare un ascensore.

Secondo la normativa possiamo installare e realizzare un ascensore solo quando esistono dei requisiti ben specifici riguardo lo spazio necessario. Il decreto ci indica le regole da rispettare in termini di dimensioni minime.

Queste variano a seconda del luogo dove si realizzeranno i lavori e distingue uno spazio pubblico, come un ospedale o un ufficio, uno spazio privato, come un condominio.

La legge obbliga al rispetto delle misure minime dell’apertura della porta, che deve essere sufficientemente ampia da consentire il passaggio di una persona in sedia a rotelle.

Dimensioni minime in edifici preesistenti

Immaginiamo di trovarci in un centro storico, in un palazzo antico senza ascensore.

Se abbiamo la necessità d’installarne uno presentiamo il progetto all’assemblea di condominio dobbiamo tenere conto la cabina deve avere 1,20 m di profondità e 0,80 cm del vano di apertura porta sul lato corto.

La piattaforma di distribuzione nello spazio antistante la cabina deve essere di 1,40m x 1,40 m.

Se il vano scala è troppo stretto, dobbiamo prendere in considerazione la dimensione delle scale stesse. E sì, un lavoro lungo e costoso, ma necessario per installare un ascensore a norma e utilizzabile da tutti.

Dimensioni minime in edifici di nuova costruzione

La questione è diversa per un condominio o un palazzo in costruzione.

Per legge, ogni nuovo edificio con più di tre piani deve essere dotato di ascensore.

In questo caso le dimensioni minime da rispettare sono maggiori. La cabina deve avere 1,40m di profondità e 1,10 m di larghezza, più un’apertura della porta sul lato più corto di almeno 80 cm.

La piattaforma di distribuzione che si trova di fronte alla cabina deve essere di almeno 1,50 m x 1,50 m.

Oltre alle misure bisogna tener conto di:

  • Tempi di apertura e chiusura delle porte. Devono dare il tempo a chi si muove con difficoltà di entrare e uscire in sicurezza;
  • La bottoniera, i tasti di emergenza e il citofono si devono trovare a un’altezza adeguata, in modo che tutti i pulsanti siano facilmente raggiungibili;

Nello specifico:

Dimensioni minime di adeguamento edifici esistenti

Le dimensioni minime, previste dalla normativa vigente per vano ascensore a norma disabili per adeguamento edifici esistenti con accessi sullo stesso lato, sono:

Dimensioni minime ascensore a norma disabili adeguamento edifici esistenti
Capienza 4 persone
Vano interno netto larghezza x profondità 1400 x 1600 mm
larghezza x profondità
Fossa 1500 mm
Portata 350 kg
Interno cabina 800 x 1200 mm larghezza x profondità
Testata extra-corsa 3500 mm.

Dimensioni ingombro ascensore per nuove costruzioni edilizia pubblica

Le dimensioni minime per vano ascensore a norma disabili previste dalla normativa vigente per edifici pubblici nuove costruzioni (Scuole, Comuni, Ospedali, etc.) sono:

Dimensioni minime per vano ascensore a norma disabili edilizia pubblica
Capienza 8 persone
Vano interno netto 1600 x 1800 mm larghezza x profondità
Fossa 1500 mm
Portata 630 kg
Interno cabina 1100 x 1400 mm larghezza x profondità
Extra-corsa 3500 mm.

Dimensioni ascensore per edilizia residenziale

Le dimensioni minime per vano ascensore a norma disabili, previste dalla normativa vigente per l’edilizia residenziale e le nuove costruzioni (casa privata, condominio, etc.):

Dimensioni minime per vano ascensore a norma disabili per l’edilizia residenziale
Capienza 6 persone
Vano interno netto 1500 x 1700 mm larghezza x profondità
Fossa 1500 mm
Portata 480 kg
Interno cabina 950 x 1300 mm larghezza x profondità
Testata extra-corsa 3500 mm.

Vano Ascensore. Le misure per i progetti pubblici ed edilizia privata.

Il vano ascensore nel privato e nel pubblico deve essere progettato ad hoc e deve rispettare un corretto dimensionamento, che rispetti la normativa e le misure standard, a seconda della tipologia di edificio al quale il sistema elevatore è destinato.

Inoltre, le dimensioni del vano ascensore devono tenere debitamente conto del contesto:

  • pubblico (scuole, palazzi istituzionali, Camere di Commercio, Municipi, Uffici provinciali, etc.)
  • privato (a uso residenziale o abitativo di nuova costruzione o in un fabbricato o in un’azienda).

Proprio partendo da questa differenza, è necessario analizzare le fonti normative che regolamentano le dimensioni degli ascensori e del vano ascensore.

Misure del vano ascensore per disabili. Quali sono le fonti della norma?

Dimensioni dell’ascensore per disabili Stratum Stannah Due sono le fonti normative per comprendere la le dimensioni che occorre rispettare quando si progetta un vano ascensore sia nel contesto privato che in quello pubblico:

  • P.R. 503 del 24 luglio 1996 n. 503 – Regolamento recante norme per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici applicato a tutte le regioni italiane, esclusa la Lombardia.
  • Legge regionale n.6 del 20 febbraio 1989, valida solo per la Lombardia.

Essendo una delle parti di ascensori, elevatori e impianti di sollevamento verticale, il vano ascensore è soggetto a vincoli e disposizioni di legge precise. Infatti, la normativa in materia è stata definita soprattutto pensando alla sicurezza e all’accessibilità dell’impianto.

In particolare, le prescrizioni sono relative alle dimensioni minime del vano ascensore, con un’ampiezza minima fissata per la larghezza della porta e della cabina.

Dimensioni minime ascensore panoramico

Nel caso di ascensori panoramici con vani semiaperti, è fondamentale progettare pareti e fossa del vano ascensore affinché la sicurezza degli utenti sia sempre messa prima dell’estetica.

Occorre rispettare le seguenti misure indicazioni: l’altezza delle pareti non deve essere inferiore di tre metri e mezzo sul lato porte e 2,5 m sulle altre pareti con distanza minima dalle pareti mobili pari a 0,5 metri.

Abbattere le barriere architettoniche

I giudici della Corte di Cassazione hanno spiegato che, in tema di eliminazione delle barriere architettoniche, la Legge 13/1989 costituisce l’espressione di un principio di solidarietà sociale, ma persegue una finalità di carattere pubblico perché agevola l’accessibilità agli edifici, nell’interesse di tutti.

Esiste un principio di solidarietà condominiale, che implica il contemperamento di vari interessi, tra i quali deve includersi quello delle persone disabili all’eliminazione delle barriere architettoniche.

Si tratta di “un diritto fondamentale che prescinde dall’effettiva utilizzazione, da parte di costoro, degli edifici interessati e che conferisce comunque legittimità all’intervento innovativo a condizione che sia idoneo, anche se non a eliminare del tutto, quantomeno ad attenuare sensibilmente le condizioni di disagio nella fruizione del bene primario dell’abitazione”.

L’installazione di un ascensore, conclude la Cassazione, rientra nei poteri dei condomini che devono rispettare comunque i limiti previsti dall’articolo 1102 del Codice Civile, ovvero “ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso secondo il loro diritto.

A tal fine può apportare a proprie spese le modificazioni necessarie per il miglior godimento della cosa”.

Quali sono le agevolazioni per abbattere le barriere architettoniche nel 2022?

Detrazione del 75% 

La legge n. 234/2021 o legge di bilancio 2022 ha introdotto una nuova agevolazione per la realizzazione d’interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione delle barriere architettoniche in edifici già esistenti.

Consiste in una detrazione d’imposta del 75% delle spese documentate sostenute nel periodo tra il 1° gennaio e il 31 dicembre 2022.

La detrazione è prevista solo per interventi sugli immobili effettuati per favorire la mobilità interna ed esterna della persona con disabilità.

Per usufruire dell’agevolazione gli interventi devono rispettare i requisiti previsti dal decreto del Ministro dei lavori pubblici n. 236 del 14 giugno 1989 (Prescrizioni tecniche necessarie a garantire l’accessibilità, l’adattabilità e la visitabilità degli edifici privati e di edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata, ai fini del superamento e dell’eliminazione delle barriere architettoniche).

La detrazione spetta anche per gli interventi di automazione degli impianti degli edifici funzionali ad abbattere le barriere architettoniche e per le spese relative allo smaltimento e alla bonifica dei materiali e dell’impianto sostituito.

In alternativa alla detrazione si può richiedere:

  • la cessione ad altri soggetti del credito d’imposta;
  • lo sconto in fattura.

Tra gli interventi che danno diritto alla detrazione rientrano:

  • la realizzazione di un elevatore esterno all’abitazione
  • la sostituzione di gradini con rampe.

Superbonus del 110% per interventi trainati

Per le spese sostenute dal 1° gennaio 2021 per gli interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche, effettuati per favorire la mobilità interna ed esterna all’abitazione alle persone con disabilità grave, è possibile usufruire della detrazione del 110%.

È necessario che questi lavori siano eseguiti insieme a interventi d’isolamento termico delle superfici opache o di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti (cosiddetti interventi trainanti).

È possibile cedere il credito d’imposta corrispondente alla detrazione ad altri soggetti sotto forma di sconto sul valore finale. L’importo massimo non deve superare il corrispettivo anticipato dal fornitore di beni e servizi, ovvero lo sconto in fattura.

La detrazione non è fruibile contemporaneamente alla detrazione del 19% prevista per le spese sanitarie riguardanti i mezzi necessari al sollevamento della persona con disabilità.

Dimensioni mini ascensori Stannah

Miniascensore senza fossa da interni

Dimensioni del mini-ascensore domestico Salise Stannah

La novità di miniascensore SALISE è la struttura autoportante che si muove su due rotaie per questo non necessita di fossa.

È idraulico, dotato di sensori sensibili alle variazioni di peso sul vano superiore o alla presenza di ostacoli nella parte inferiore della cabina. Per un maggiore comfort Stannah ha pensato a tutti i dettagli della cabina interna come il corrimano in acciaio, l’illuminazione led la seggiolina ribaltabile*.

*optional

Dimensioni miniascensore Salise
Largghezza foro In angolo: 1054 mm (+100 mm).
A parete: 1136 mm (+100 mm).
Profondità foro In angolo: 1054 mm (+100 mm).
A parete: 868 mm (+100 mm).
Larghezza cabina 931 mm.
Profondità cabina 618 mm.
Altezza cabina 1985 mm.
Larghezza porta 606 mm.

Mini elevatore domestico per disabili Stratum FE

Dimensioni dell’ascensore per disabili Stratum FE Stannah

Statum FE è disponibile in 2 diverse misure e, come il resto delle soluzioni Stannah, è personalizzabile con diversi optional.

È dotato di pannelli frontali e laterali in vetro panoramico. La cabina interna è spaziosa e i comandi wireless permettono di richiamare l’ascensore quando non è al piano, per poter essere sempre autonomi.

I sistemi idraulici di trasporto in verticale hanno un’aspettativa di vita media superiore agli altri sistemi, sono più resistenti all’usura e raramente richiedono parti di ricambio.

L’installazione è rapida e dura solo 2 giorni, inoltre Stratum FE è totalmente silenzioso durante l’uso.

Dimensioni ascensore per disabili Stannah Stratum FE
Dimensioni disponibili S   –  WL
Larghezza foro 910 mm (+100 mm)   – 1045 mm (+100 mm)
Profondità foro 1290 mm (+100 mm) – 1490 mm (+100 mm)
Larghezza cabina interna 745 mm  – 890 mm
Profondità cabina interna 1175 mm  –  1375 mm
Larghezza porta 755 mm – 890 mm
Corsa massima 3,6 m
Portata 280 kg – 250 kg

Detto ciò, se state pensando di comprare e installare un ascensore che si adatti agli ambienti domestici chiamate il numero verde 800.740.474, saremo lieti di approfondire e rispondere a tutte le vostre domande legate alle dimensioni e allo spazio necessario per installare un ascensore Stannah.

Bibliografia Agenzia delle entrate

12 risposte a “Dimensioni dell’ascensore per disabili”

  1. Luigi Conti ha detto:

    Buongiorno, risiedo in un condominio esistente e vorremmo installare un ascensore fruendo del bonus 110, qual’è lo spazio necessario per l’installazione di un ascensore com misure minime da 1,40m di profondità e 1,10 ?
    Grazie
    Luigi Conti

    • Stannah ha detto:

      Buongiorno,
      Non sappiamo rispondere a questa domanda in quanto noi di Stannah trattiamo solo ascensori domestici, non ascensori per condomini.
      Stannah Montascale

  2. Non sono riuscito a trovare una vostra articolo lo altezza minima da terra per la tastiera. Gente in carrozzina volte non riesce a raggiungere la parte alta della tastiera.Daniele ha detto:

    Non sono riuscito a trovare una vostra articolo lo altezza minima da terra per la tastiera. Gente in carrozzina volte non riesce a raggiungere la parte alta della tastiera.

    • Stannah ha detto:

      Buongiorno,
      Secondo la norma UNI-EN 8140 l’altezza dei comandi da terra deve essere tra gli 800 e i 1100mm.
      Tutti i nostri prodotti ad uso carrozzina rispettano tali requisiti, inoltre è possibile comandare i mini ascensori anche tramite una pulsantiera wireless.
      Stannah

  3. Dario ha detto:

    Buonasera,
    È possibile installare un ascenzore privato per disabili con porta a scomparsa?

    • Stannah ha detto:

      Buongiorno,
      I nostri ascensori domestici per disabili sono Stratum e Stratum FE, sono a scomparsa e senza la necessità di realizzare un vano fossa.
      Per maggiori informazioni la invitiamo a contattarci al numero verde.
      Stannah Montascale

  4. Paola ha detto:

    Buongiorno per usufruire del bonus 110% quale dimensione minima bisogna garantire per istallare una piattaforma elevatrice esterna in una villetta accorpata dove a disposizione c’è poco spazio? Ed eventualmente quali dimensioni minime per usufruire del bonus 50%. Grazie mille

    • Stannah ha detto:

      Buongiorno,
      Le possiamo dare come riferimento il DM236/1989 in materia di abbattimento di barriere architettoniche:

      8.1.12 Ascensore
      a) Negli edifici di nuova edificazione, non residenziali, l’ascensore deve avere le seguenti caratteristiche:
      – cabina di dimensioni minime di 1,40 m di profondità e 1,10 m di larghezza; – porta con luce minima di 0,80 m posta sul lato corto; – piattaforma minima di distribuzione anteriormente alla porta della cabina di 1,50 x 1,50 m.
      b) Negli edifici di nuova edificazione residenziali l’ascensore deve avere le seguenti caratteristiche:
      – cabina di dimensioni minime di 1,30 m di profondità e 0,95 m di larghezza; – porta con luce netta minima di 0,80 m posta sul lato corto; – piattaforma minima di distribuzione anteriormente alla porta della cabina di 1,50 x 1,50 m.
      c) L’ascensore in caso di adeguamento di edifici preesistenti, ove non sia possibile l’istallazione di cabine di dimensioni superiori, può avere le seguenti caratteristiche:
      – cabina di dimensioni minime di 1,20 m di profondità e 0,80 m di larghezza; – porta con luce netta minima di 0,75 m posta sul lato corto; – piattaforma minima di distribuzione anteriormente alla porta della cabina di 1,40 x 1,40 m.

      Stannah Montascale

  5. Cantiello Gianni ha detto:

    Buonasera io ho le pareti del ascensore profondità 1.80 larghezza 1.35 di nuova costruzione residenziale,ci posso mettere un ascensore a norma. Grazie.

    • Stannah ha detto:

      Buongiorno,
      Dipende molto dalla tipologia di ascensore che vuole installare.
      In ogni caso, la normativa di riferimento è la DM 236/89.
      Stannah

  6. Fabrizio rampa ha detto:

    In una villetta unifamiliare l’installazione di un ascensore domestico può godere delle detrazioni 110%?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.